pescaIl Pesco è un albero originario della Cina, dove è considerato simbolo d'immortalità.

Dal lontano oriente, il pesco giunse al seguito delle carovane sino in Persia, da cui la cultivar prende il nome. Il primo paese europeo a coltivare il pesco fu la Grecia, già a partire dal 332 a. C.; in Italia, alcune testimonianze di Virgilio fanno risalire la presenza di questo frutto al 50 a.C.
Gli antichi romani chiamavano le pesche mala persica = mele persiane. Nel 1571 i colonizzatori spagnoli introdussero la pesca in Messico.

Le diverse qualità si distinguono in base alla buccia:

  • a buccia vellutata, le vere e proprie pesche
  • a buccia glabra, le cosiddette pesche-noci

La pesca è per eccellenza uno dei frutti dell’estate, proprio per il gusto, la succosità e soprattutto la capacità dissetante, legata alla grande percentuale di acqua in essa contenuta (85%) e alla presenza di acido citrico.